Open Data & Open Government

Il concetto di Open Data nasce da una riflessione riguardo la capacità dei dati di essere esposti in formato aperto, libero e accessibile a tutti i cittadini, che possono riutilizzarli in maniera trasparente e diretta.

Questa iniziativa si inserisce in un ampio quadro di politiche internazionali, europee e nazionali di Open Government, che richiedono agli Enti pubblici di rendere disponibili i propri dati e le proprie informazioni in formato aperto e con licenze di riutilizzo, così da valorizzare il patrimonio informativo pubblico e incentivarne il riuso.

Obiettivo la trasparenza, intesa come accessibilità delle informazioni relative all’organizzazione e alle attività delle pubbliche amministrazioni, volta a favorire azioni di controllo sulle attività istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche. La trasparenza è quindi strettamente connessa alla pubblicazione dei dati in possesso della Pubblica Amministrazione.

I dati possono essere rappresentati in formati diversi, alcuni dei quali definiti “più aperti di altri”, in base alle potenzialità di riutilizzo che offrono, in base alla scala a cinque livelli di apertura  proposta da Tim Berners Lee, diventata da anni una linea guida per tutte le organizzazioni che intendano adottare una politica Open Data nelle fasi di creazione ed esposizione dei propri dati.

Secondo la scala di Tim Berners Lee i cinque livelli di apertura degli Open Data sono:

1) Esposizione dei dati in qualsiasi formato, anche solo human readable (es. Word o PDF);

2) Esposizione dei dati in formati strutturati (es. XLS);

3) Esposizione dei dati in formati strutturati e non proprietari (es. CSV e XLM);

4) Esposizione dei dati in formati strutturati, usando URI per denotare entità nei dati (es. RDF);

5) Esposizione dei dati in formati strutturati, usando URI per denotare entità e creando link ad altre risorse sul web per connotare e ampliare il contenuto dei dati (es. OWL)

Il livello più alto è quindi rappresentato dai Linked Open Data, ossia da quei dati aperti che permettono di raggiungere il massimo livello di interoperabilità tra risorse appartenenti a fonti diverse, generando nuove informazioni e dunque accrescendo sensibilmente il valore dei dati iniziali.

TimBernersLee

 

EVODEVO OPEN PROCESS

Per la realizzazione degli  Open Data e dei Linked Open Data Evodevo si basa su un proprio modello di riferimento, l’Evodevo Open Process, sul metodo di produzione ed esposizione dei dati. Il metodo cura l’intera filiera di gestione degli Open Data e dei Linked Open Data, dalla consulenza preliminare, all’analisi, al supporto tecnologico. Il processo ha ottenuto la certificazione ISO 9001: 2008. Evodevo è la prima e attualmente l’unica società in Italia certificata per il processo di esposizione degli Open Data e dei Linked Open Data.

 

EvodevoOpenProcess